Consulta l'archivio mensile 2007-2013

Giugno 2016

PRODUZIONE

CASTAGNO

Nelle regioni vocate le produzioni sono in corso, le notizie pervenute sono generalmente positive ad eccezione della Sicilia dove il maltempo ha compromesso i raccolti nelle zone a fioritura precoce; si avranno risultati più precisi il prossimo mese.

CARDO

In Sicilia si stimano produzioni di circa 20-25 kg/alveare.

In Sardegna sono state rilevate produzioni inferiori, con medie di 10 kg/alveare ma con quantitativi variabili da zona a zona, contrariamente a quanto accade solitamente.

CORIANDOLO

In Piemonte i raccolti sono stati ottenuti solo in alcune zone delimitate della regione e si sono attestati sui 10 kg/alveare.

In Puglia sono state registrate produzioni eccezionali per questo tipo di coltura. Oltre agli apicoltori locali, hanno tentato il raccolto nel Foggiano diversi apicoltori nomadi campani e calabresi. I risultati sono stati positivi, con medie di 35-40 kg/alveare e punte fino a 45 kg/alveare.

Anche in Molise sono state ottenute ottime produzioni di miele di coriandolo, di circa 40-45 kg/alveare.

EUCALIPTO

In Sicilia i raccolti sono ancora in corso; in Sardegna le produzioni sono andate complessivamente bene, si stimano quantitativi di almeno 20 kg/alveare, ad esclusione della zona Sarrabus, area più colpita dalla psilla.

SULLA

In Toscana le produzioni sono state modeste, raggiungendo circa 10-12 kg/alveare.

In Abruzzo e in Molise le medie sono state migliori, attestandosi rispettivamente sui 20 e 25 kg/alveare.,

In Campania le produzioni sono state molto oscillanti, da 15 a fino a 20 kg/alveare, in alcuni casi limitati si sono avute punte fino a 25 kg/alveare.

In Basilicata le produzioni sono state ottime, con medie ricadenti nella forbice 35-40 kg/alveare.

In Sicilia si sono avuti buoni raccolti nella parte occidentale della regione, stimabili in circa 20-25 kg/alveare.

In Sardegna le produzioni sono state scarsissime, non hanno superato i 5-10 kg/alveare.


TARASSACO

In Valle d’Aosta i raccolti di miele di tarassaco si sono conclusi con valori di 8-10 kg/alveare, le produzioni sono state inferiori rispetto allo scorso anno a causa delle temperature poco favorevoli.

TIGLIO

In Valle d’Aosta l’ottima fioritura accompagnata dalle temperature ideali ha consentito buoni raccolti che in alcune zone più tardive stanno ancora continuando, si stimano produzioni medie di 12-15 kg/alveare.

In Piemonte il miele di tiglio dei parchi cittadini, a fioritura precoce, non è stato prodotto (5 kg/alveare), sono ancora in corso le produzioni montane.

In Lombardia i raccolti di miele sugli alberi dei parchi cittadini non hanno dato risultati positivi e non si è prodotto il miele uniflorale; ancora in corso le produzioni sui tigli di montagna.

In Toscana le produzioni di miele di tiglio dei parchi cittadini hanno avuto un buon esito e si sono attestate sui 25-30 kg/alveare.

TIMO

In Sicilia le produzioni non stanno andando bene, si avranno i risultati definitivi il prossimo mese.


MERCATO

Per quanto riguarda il mercato del miele non sono state registrate numerose transazioni. L’impressione è quella che gli apicoltori, a causa delle scarse produzioni, stiano aspettando a immettere sul mercato il miele prodotto al fine di spuntare prezzo maggiori. Si registrano perlopiù piccoli scambi tra apicoltori.

Per quanto riguarda il miele di acacia sono pervenuti alcuni scambi di quantitativi modesti (10 q) in Friuli Venezia Giulia a 7,80 €/kg (latta); in Toscana a 7,70 €/kg (fusto), in Molise a 7,00 €/kg (fusto). In Lombardia sono avvenuti alcune compravendite di piccole quantità (5-10 q) tra apicoltori a prezzi compresi tra 8,50 e 9,00 €/kg (latta). È ancora precoce delineare un andamento stabile di mercato.

Da segnalare alcuni scambi di miele di sulla (10 q) in Sicilia a prezzi compresi tra 6,00 e 6,50 €/kg (latta), in Sardegna a prezzi compresi tra 5,20-5,50 €/kg (latta) in relazione alla consistenza del lotto; in Molise a 5,20 €/kg (fusto).

Per quanto riguarda il millefiori i prezzi prevalenti pervenuti sono i seguenti: 5,50 €/kg (latta) in Friuli Venezia Giulia, 4,80 €/kg (fusto) in Molise, 4,80 €/kg (latta) in Sardegna; 4,50 €/kg (latta) in Sicilia.

Si segnalano inoltre una vendita di miele di agrumi (10 q) in Sardegna al costo di 4,80 €/kg (latta) e una di miele di cardo (10 q) in Sicilia a 5,50 €/kg (latta).

La pappa reale convenzionale è stata scambiata in Sicilia a 600,00 €/kg.

Il polline deumidificato millefiori convenzionale ha fatto registrare diverse compravendite per quantitativi compresi tra 20 e 50 kg, in particolare è stato scambiato al costo di 16,00 €/kg in Toscana, Molise e Sicilia, per quantitativi maggiori di 50 kg il prezzo spuntato in Campania è stato di 15,00 €/kg, mentre per transazioni piccole (tra 10 e 20 kg) il prezzo è stato di 20,00-22,00 €/kg; in Sardegna il polline fresco millefiori convenzionale è stato venduto a 20,00 €/kg (1 q).

Gli sciami, rispetto al mese scorso, hanno presentato una diminuzione naturale delle quotazioni; in particolare nelle regioni nord-occidentali vengono scambiati al prezzo prevalente di 100,00 €, in quelle nord-orientali a valori compresi tra 75,00 e 100,00 €, in quelle meridionali tra 70,00 e 90,00 € e nelle Isole tra 85,00 e 100,00 €.

Le regine hanno fatto registrare transazioni in tutte le regioni; le forbici di prezzo sono le seguenti: Nord-Ovest 14,00-16,00 €; Nord-Est 12,00-14,00 €; Centro 12,00-18,00; Sud 12,00-15,00 €; nelle isole il prezzo prevalente è 15,00 €.

Per quanto riguarda il servizio di impollinazione in serra (orticole) in Campania, l’importo richiesto è di 40,00 €/alveare.

Altre informazioni

Il clima del mese di giugno si è presentato per buona parte del mese instabile con precipitazioni frequenti e diffuse che hanno continuato ad ostacolare i raccolti di miele in diverse regioni. In alcuni areali, soprattutto collinari e montani, gli apicoltori hanno dovuto provvedere alla nutrizione di emergenza di nuclei e in alcuni casi anche di famiglie ridotti alla fame dalla mancanza di adeguate fonti di sostentamento.


Prezzi all'ingrosso: miele – sciami – regine, da apicoltura convenzionale

Regione di rilevazione SCIAMI REGINE
  Min Max Min Max
Nord-Ovest 100,00 100,00 14,00 16,00
Nord-Est 75,00 100,00 12,00 14,00
Centro - - 12,00 18,00
Sud 70,00 90,00 12,00 15,00
Isole 85,00 100,00 15,00 15,00

NOTE

Il prezzo del miele (€/kg) è inteso Franco Produttore I.V.A. inclusa.

Il prezzo delle regine (razza ligustica) è inteso I.V.A. esclusa.

Il prezzo degli sciami è inteso I.V.A. esclusa e si riferisce a sciami su 5 telaini (di cui 3 di covata e 2 di scorte).

Il prezzo di propoli e polline è inteso I.V.A inclusa mentre quello della pappa reale I.V.A. esclusa.

L'assenza di rilevazione, su una determinata piazza, significa che sulla stessa non sono state registrate transazioni.

0
0
0
s2sdefault

Pagina 1 di 30